Cos’è un workflow ?

0

Il termine Workflow significa “flusso di lavoro” ed è usato per indentificare il modello digitale di un processo attraverso la sua razionalizzazione e suddivisione in diverse attività (task), con l’obiettivo di ottimizzare le performance ed efficientare l’uso di risorse. I task possono essere automatici quando non richiedono un intevento decisionale: è infatti possibile creare una serie di condizioni (regole di attivazione) che automaticamente daranno avvio ad uno specifico workflow, segnalando all’utente o al gruppo coinvolto che gli è stata assegnata una nuova attività da svolgere. Una volta completata l’attività, se il processo lo prevede, il workflow invierà un nuovo task all’utente successivo che dovrà prendere in carico la successiva fase del flusso di lavoro.

WORKFLOW DOCUMENTALE

Un workflow documentale è una procedura standardizzata con cui un documento può essere acquisito, creato, firmato, protocollato, modificato ed infine archiviato. L’utilizzo di flussi di lavoro documentali consente quindi a ciascuna organizzazione di seguire il ciclo di vita di un documento in maniera efficiente.

WORKFLOW PER LA GESTIONE DEI PROCESSI

All’aumentare della complessità dovuta a requisititi normativi, procedure ed evoluzione del mercato l’utilizzo di Workflow per ottimizzare i processi aziendali è diventata una prassi consolidata in aziende di ogni dimensione: è un modello organizzativo essenziale per monitorare e ottimizzare le performance ed efficientare l’uso di risorse.